Capitolo 13 – Botte di caffeina e botte di c… – (Il Bells)

Un’altra giornata è finita. Quella che invece ci aspetta sembra essere designata all’insegna delle scartoffie.

Ci diamo la buonanotte, spengiamo la luce e, come se aspettasse il momento giusto, una pressione sempre più forte pulsa sotto il mio molare.

Mi giro, cambio posizione, la ignoro, niente da fare devo alzarmi. Inizia così un lungo calvario. La Francy cerca di aiutarmi, mi coccola, fa ricerche su internet. Purtroppo devo dissuaderla dal continuare, non serve a nulla e perderemmo il sonno in due. La lascio sola in camera a riposarsi e scendo in cucina. Forse il puzzo di aglio potrebbe anestetizzarmi le gengive.

Faccio spola fra cucina, camera e cortile. Vado avanti così per un bel po’ fino a quando non crollo distrutto. Non so neanche che ore siano. Fatto sta che a un certo punto suona la sveglia e, insieme a me, si sveglia anche quel maledetto dolore incessante.

Mi trascino seguendo la Francy per tutta la mattinata, parlo solo se interpellato. Sono ancora frastornato dalla nottata in bianco appena trascorsa. Il dolore al dente peggiora sempre di più, adesso è insopportabile.

Siamo davanti al Monte Dei Paschi Banque. La Francy ne avrà per una mezzoretta ed io mi fiondo dentro un caffè italiano, poco distante, da lei suggeritomi. Ordino il mio espresso a un ragazzo siciliano che sembra sapere il fatto suo in materia di caffeina. Penso, fra me e me, che i due euro e cinquanta richiesti alla cassa potrebbero non essere poi così spesi male, se il caffè appagasse le aspettative.
Esattamente trenta secondi dopo eccolo qua, un espresso che è le sette meraviglie: L’inconfondibile aroma pungente, una crema solida al punto giusto, venticinque milligrammi di pura passione. Ne prendo subito un altro.

Ecco la Francy di ritorno, tutta baldanzosa. Mi trova intento a fumare una sigaretta nei tavolini di fronte al bar. Non perde l’occasione per ricordarmi di quanto possa far male al mio dente, e io annuisco sbuffando fumo anche dagli orecchi.

“Hai lasciato un curriculum?”

Mi sussurra la Francy

“Non ancora, lo porto adesso”

Deciso entro nuovamente nel locale rivolgendomi al barista, gli spiego molto velocemente la nostra situazione chiedendo se fosse possibile lasciare appunto un CV. Lui mi risponde con aria rassicurante dicendomi che il manager è proprio in negozio, me lo va a chiamare.

Giusto il tempo per far prendere un caffè alla Francy e ci troviamo di nuovo nei tavolini davanti al locale, entrambi super incaffeinati.

“Fatto!”

Esclamo con un’espressione piacevolmente enigmatica.

“Ah si? E cosa ti hanno detto?”

Controbatte la mia incuriosita compagna.

“Inizio Lunedì!”

Inutile cercare di descrivervi lo sguardo incredulo della Francy. Quasi la metà dei nostri problemi risolti con tre caffè, incredibile, adesso abbiamo delle entrate.

Sarebbe cosa buona e giusta dedicarsi corpo e anima alla ricerca di una degna dimora ma i miei sprazzi di lucidità sono sempre più fugaci, vedo le stelle, non riesco a pensare, non dormo, non mangio, sono uno straccio.

Ci concediamo una passeggiata sulle Champs Élysèes alla ricerca degli abiti da lavoro di cui avrò bisogno fra qualche giorno. Ammiriamo le boutique scintillanti sognando del pazzo shopping a cinque stelle, ma per trovare quello che mi occorre dobbiamo perderci per le anonime viette sul retro. Finalmente un outlet, camice, pantaloni, scarpe, tutto a buon prezzo.

Ora, per ritrovare il buon vecchio Bells e le sue instancabili freddure, occorre solo un dannato trapano e qualche buon anima laureata che, con poche centinaia di euro, mi fori quel maledetto molare infetto facendolo eruttare.

Ps Vi è mai capitata una botta di c… nella sfortuna generale?

Annunci

15 commenti Aggiungi il tuo

    1. Bells85 ha detto:

      Beh, certo che sono rari! 😓

      Piace a 1 persona

      1. almerighi ha detto:

        è più comune un’attenuazione della sfiga

        Piace a 1 persona

      2. Bells85 ha detto:

        Io quest’attenuazione di cui parli non l’ho ancora provata!
        Mi viene concesso giusto un contentino ogni tanto, come per equilibrare le cose 😅

        Piace a 1 persona

      3. almerighi ha detto:

        Infatti è un contentino 🙂

        Piace a 1 persona

      4. Bells85 ha detto:

        Si ma suonava meglio come botta di c… no? 😂

        Piace a 1 persona

      5. almerighi ha detto:

        la botta di culo è quando la virata è positiva, non meno peggio (saggezza personale)

        Piace a 1 persona

      6. Bells85 ha detto:

        Si ma non avevo molte alternative, o trovavo un lavoretto o tornavo in italia 😅

        Mi piace

  1. maxilpoeta ha detto:

    questo sì che è culo!!!!! Caspita alla prima!! Dai nella sfiga del mal di denti una cosa così ti cambia la giornata.
    Io di botte di culo ne ho avute, in campo lavorativo soprattutto, anni fa ero rimasto a casa da una ditta che aveva chiuso, e tempo un paio di settimane ne ho trovata una ancora meglio ,era appena andato via uno che lavorava lì. 😉

    Piace a 1 persona

    1. Bells85 ha detto:

      Sisi alla prima, Incredibile!

      Beh, come si dice, chiusa una porta si apre un portone 😂😂

      Cmq si, concordo, la giornata è discretamente migliorata ✌✌

      Piace a 1 persona

  2. Erin ha detto:

    Ogni tanto fa piacere sapere che le botte di c esistono ancora! Mentre aspetti di essere trapanato fatti prescrivere un antibiotico così intanto attenui l’infezione e il dolore, o vai in pronto soccorso che te lo medicano al volo e avrai almeno un po’di sollievo. Non è un compagno simpatico il male ai denti, in bocca al lupo!
    (La mia ex botta di culo, assistente alla poltrona per due anni e senza qualifiche..mah!)

    Piace a 1 persona

    1. Bells85 ha detto:

      Si, non è una bella cosa! Soprattutto all’inizio di un viaggio quando vorresti goderti la nuova avventura!
      Mi saresti stato di aiuto allora 😅
      Crepi il lupo e buona fortuna anche a te ✌
      Grazie per essere passato

      Piace a 1 persona

  3. dinomonaco1959 ha detto:

    Quando tra un lavoro è un altro ci passa troppo tempo guarda caso riesco a vincere giocando al trotto conosco ancora i Fantini vincenti con gli ultimi spiccioli prendo una tris una fortuna quando se ne ha bisogno

    Piace a 1 persona

    1. Bells85 ha detto:

      Beh, la fortuna aiuta gli audaci. Sono sicuro che ti sei meritato tutte quelle tris ✌✌

      Ps grazie per essere passato e scusami per il ritardo nella risposta 😅

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...